Blog Post

Read usefull post about our goods
Quali sono i settori di applicazione dei Filamenti fluorescenti?

Quali sono i settori di applicazione dei Filamenti fluorescenti?

144

Filamenti fluorescenti: settori d'applicazione

Gialli, fucsia, arancioni, verdi, celesti, viola, i filamenti fluorescenti per la stampa 3D consentono di fare brillare i propri lavori sia durante il giorno che durante la notte.

Disponibili in una vasta gamma di tonalità cromatiche e di diversi materiali, i filamenti fluorescenti offrono ai professionisti operanti in diversi settori strumenti di elevata qualità.

Ecco la guida utile che raccoglie utili informazioni sulle caratteristiche e sui settori d’applicazione dei filamenti fluorescenti. 

Perché acquistare un filamento fluorescente?

La fluorescenza viene definita come la proprietà di assorbire radiazioni nell’ultravioletto ed emetterla nel visibile, a lunghezza d’onda maggiore e a energia minore. 

I filamenti fluorescenti hanno un effetto immediato e risplendono con la luce UV; quando la fonte di energia viene a mancare, l’effetto “fluorescente” viene meno un po’ come i normali evidenziatori che si trovano in cartoleria.  

Nelle ore diurne ed in quelle notturne, l’oggetto stampato brilla: ciò è dovuto alla presenza di un pigmento speciale fosforescente ad alta concentrazione. Al tatto, si avverte una finitura liscissima. 

Filamenti fluorescenti: quali settori di applicazione? 

Negli ultimi anni, con la crescente diffusione delle stampanti 3D a filamento e le migliorie apportate dall’innovazione tecnologica, sono stati introdotti nuovi materiali e nuove tonalità cromatiche brillanti.

La qualità delle stampe 3D professionali dipende molto dal materiale scelto e dalle sue caratteristiche fisiche e chimiche. Anche il settore di applicazione gioca un ruolo davvero rilevante nella scelta dei filamenti fluorescenti. 

Non possiamo negare il fatto che i filamenti fluorescenti per la stampa 3D stanno rivoluzionando tantissimi settori industriali e consentono una vasta gamma di applicazioni.

Consentono di creare stampe 3D da oggetti e condurre rapide operazioni di design e di ingegnerizzazione: in questo modo è possibile realizzare prototipi estetici, funzionali e oggetti reali. 

Tutti i professionisti ed i ricercatori possono utilizzare filamenti fluorescenti per ottenere risultati davvero unici e personalizzati. 

Designers, Ingegneri aerospaziali, Progettisti dell’automotive utilizzano i filamenti fluorescenti per stampanti 3D per una produzione rapida di parti pronte all’uso: in questo modo, si ottimizza la qualità del risultato finale e si riducono, al contempo, i costi e i tempi di esecuzione del lavoro. 

Gli scienziati, i ricercatori e i medici impiegano sempre di più i filamenti fluorescenti per ottenere soluzioni 3D in modo tale da realizzare procedure sempre meno invasive. 

All’interno dei centri di ricerca, negli Atenei universitari e nelle Accademie si impiegano le stampanti 3D per realizzare progetti di ricerca multisettoriali, venendo a creare un network di competenze e di conoscenze di elevato valore aggiunto. 

Automotive, Meccanica, Metallurgia, Medicale, Aerospaziale, Tech, Istruzione e Ricerca sono i principali settori dove è possibile ricorrere all’applicazione dei filamenti fluorescenti per la stampa 3D. 

Quali filamenti fluorescenti scegliere? 

Si può optare per diverse tipologie di filamenti fluorescenti:

  • PLA è un termopolimero generato dalla fermentazione del mais, non è biodegradabile in condizioni naturali ma è idrosolubile a temperature superiori a 70-80°C. I vantaggi del PLA sono legati al fatto che è estrudibile a temperature inferiori, da 200-230 °C, è atossico per l’uomo e ha un indice di ritrazione del 2-3% al massimo. A livello estetico, il PLA risulta appena più lucente rispetto all’ABS e si utilizza la soda caustica come solvente. Il PLA è considerato una plastica più ‘ecologica’. 
  • ABS è un filamento di nuova generazione, ideale per l’utilizzo professionale, facile da rifinire e lavorare dopo la stampa anche con solventi, per chi ricerca grande resistenza all’impatto ed alte temperature di esercizio, robustezza, non si ammorbidisce fino a circa 89 °C e resiste meglio agli agenti atmosferici.
  • PET o polietilene tereftalato, è un polimero derivato da poliestere ed è uno dei materiali termoplastici più prolifici in uso, è altamente resistente all’acqua e all’umidità. Questo lo rende appropriato per gli oggetti leggeri; con temperature più elevate si ottengono oggetti leggermente filamentosi.

DI seguito un elenco dei nostri colori disponibili clicca sul link per vedere i PLA FLUORESCENTI:

TUTTI I PLA FLUORESCENTI 3DMYD 

PLA Florescent Clear 

PLA Florescent Green

PLA Florescent Pink

PLA Florescent Orange

PLA Florescent Yellow

Comments (0)

No comments at this moment
Only registered and logged customers can add comments

Post Recenti

Filamento PLA Wood : cosa è e come stamparlo

Filamento PLA Wood : cosa è e come stamparlo

Filamento PLA Wood :cosa è e come stamparlo

 è un composto di PLA additivato con...

Continua
Risoluzione problema di stampa : Non esce materiale dal ugello

Risoluzione problema di stampa : Non esce materiale dal ugello

Risoluzione problema di stampa : Non esce materiale dal ugello

Qual è il problema di stampa 3D?...

Continua